Kayenna network - click to join 
Kayenna.net - clicca per l'ARCHIVIO NOTIZIE

A+ A A-

Informatica e tecnologia

#FacebookDown - Facebook fuori uso.

#FacebookDown - Facebook fuori uso. Facebook è fuori uso, da almeno 10 minuti milioni di persone non riescono ad accedere al noto social network. Voci ufficiose parlano di una manutenzione straordinaria del sistema; in realtà sembra sia successo qualcosa di grosso al colosso americano, negli ultimi minuti è addirittura apparsa la scritta "Service Unavailable" su fondo bianco.
In fibrillazione tutto il quartier generale, subito allertato anche Zuckerberg in persona, c'è chi parla di un attacco hacker in grande stile.

Il fondatore di Facebook aveva appena lanciato l'idea di fornire accesso a internet nei campi profughi e rifugiati di tutto il mondo.

We're working on it and we'll get it fixed as soon as we can.

 

 

Leggi tutto...

Google cambia le regole della privacy

Google e privacy: le nuove regoleDopo la nuova legge sulla Cookie Policy, Google ha raggruppato in un'unica pagina la gestione della sicurezza di tutti i propri dati personali.

Come saprai il colosso di Mountain View, al pari degli altri Big del settore, offre ai propri utenti una serie di servizi completamente gratuiti: caselle e-mail, mappe, video, e ora anche spazio illimitato per l'archiviazione delle proprie foto e video. Ma se per te è tutto gratis, qualcuno dovrà pur pagare. E sto parlando ovviamente degli inserzionisti pubblicitari, che sborsano fior di quattrini per farti vedere esattamente ciò che potrebbe interessarti. E Google sa ciò che ti piace tramite la profilazione ai fini pubblicitari che viene creata automaticamente nel momento in cui cerchi una parola sul motore di ricerca, un video su YouTube o quando utilizzi un qualsiasi altro servizio appartenente all'universo di Big G.

Con l'entrata in vigore ieri della nuova legge relativa alla gestione dei cookies, Google ha deciso di unificare alla pagina myaccount.google.com la gestione della sicurezza di tutti i propri dati personali, al fine di dare la possibilità all'utente in modo semplice e chiaro di proteggere la propria privacy.

La pagina è divisa in tre sezioni: Accesso e sicurezza, Informazioni personali e privacy e Preferenze account. In pochi click è possibile visualizzare tutti i dispositivi (e App) collegati al tuo account, con la possibilità di scollegarli se non sono più in tuo possesso o non vengono più utilizzati.

Nella sezione Cronologia account contenuta in Informazioni personali e privacy è possibilie attivare o disattivare lo storico delle proprie richieste al motore di ricerca, alle mappe e a YouTube. Ovviamente Google specifica che mantenendo attiva la cronologia potrà offrirti un servizio migliore, ma perlomeno se non lo desideri, ti viene data la possibilità di scegliere. E in questo caso le pubblicità che visualizzerai saranno casuali, e non più targettizate sulle tue ricerche passate.

Un'ultima novità presentata da Google è la pagina privacy.google.com , che presenta una serie di domande e risposte su come vengano gestiti i dati degli utenti, come ad essempio "Quali dati vengono raccolti da Google?" o "Google vende le mie informazioni personali?" con a seguire risposte esaustive e link a pagine più dettagliate.

Siamo sicuri che questo sia solo l'inizio dei cambiamenti effettuati dai gestori per garantire una maggiore privacy e trasparenza ai propri utenti, e presto vedremo altri importanti cambiamenti a favore dei consumatori.

E tu che ne pensi?

Leggi tutto...

Il mercato globale dell’e-commerce B2B raggiungerà quota 6.700 miliardi di dollari entro il 2020

Il mercato dell'e.commerceMILANO – 6 maggio 2015 – La vendita al dettaglio online business-to-business (B2B) ha assistito a una forte crescita dovuta alla rapida migrazione di produttori e grossisti dai sistemi legacy a piattaforme open e online. Poiché i sistemi legacy prevedono lo scambio di dati per via elettronica, che è costoso e ingombrante da gestire, i modelli B2B continueranno a muoversi verso piattaforme online che consentono ad acquirenti e venditori di tutto il mondo di effettuare transazioni di beni e servizi con facilità. Di fatto, si prevede che il mercato delle vendite al dettaglio online B2B raggiungerà il doppio delle dimensioni del mercato delle vendite online B2C (business-to-consumer), producendo entrate per 6.700 miliardi di dollari entro il 2020.
Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Future of B2B Online Retailing”, rivela che le vendite online B2B rappresenteranno quasi il 27% del commercio totale dell'industria manifatturiera, che probabilmente raggiungerà quota 25.000 miliardi di dollari entro il 2020. Geograficamente, la Cina e gli Stati Uniti guideranno il mercato della vendita al dettaglio online B2B. Si prevede che quest’ultimo raddoppierà le entrate fino a raggiungere quota 1,2 miliardi di dollari entro il 2020.
Per accedere gratuitamente a maggiori informazioni su questa ricerca, si prega di visitare: http://corpcom.frost.com/forms/EU_PR_AZanchi_MA4E-MT_22Apr15

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS