Kayenna network - click to join 
Kayenna.net - clicca per l'ARCHIVIO NOTIZIE

A+ A A-

Alex Britti - PERCHE'?- il nuovo singolo

Alex Britti - PERCHE'?- il nuovo singoloEsce domani , venerdì 30 ottobre,  in radio e sulle piattaforme digitali "PERCHE'?", il nuovo singolo di ALEX BRITTI che anticipa l'uscita del nuovo album in tutti i negozi dal 20 Novembre. 

PERCHE'?  - dice lo stesso Alex Britti - si spiega da se, è un tema scottante, ho scelto il blues senza camuffarlo troppo, ho aggiunto anzi un coro dai riflessi gospel e poi spesso il blues spesso è stata musica di denuncia, di protesta.

Un nuovo sound, la chitarra elettrica  sostituisce  l'acustica, un brano  in cui  Alex Britti  chiede PERCHE’? molte donne NON denunciano la violenza subita.

Un brano  in cui  Alex Britti  chiede PERCHE’? molte donne NON denunciano la violenza subita.

Perché?  nasce anche per dare un aiuto concreto alle donne vittima di violenza. Una parte dei proventi infatti sarà destinata a WeWorld, una ong che lavora da oltre 15 anni per difendere i diritti di donne e bambini in Italia e nel mondo. In particolare in Italia opera attivamente in azioni di contrasto alla violenza contro le donne, con campagne di sensibilizzazione e progetti concreti sul territorio.
 
Il videoclip , girato a Roma negli studi di Cinecittà, vede la regia di Ivano De Matteo e la partecipazione di :

  Alex Britti
- Carolina Crescentini
- Massimiliano Bruno
- Francesco Montanari
- Michela Quattrociocche
- Anna Ferzetti
- Andrea Delogu
- Rolando Ravello
- Caterina Shula
- Luca Lionello
- Giulia Elettra Gorietti
- Gian Marco Tognazzi
- Fabrizia Sacchi
- Vincent Riotta

Le immagini saranno usate per la campagna di sensibilizzazione di WeWorld mirata al drammatico problema della violenza sulle donne.

Ci si chiede "PERCHE'?" le donne che avrebbero a disposizione leggi ad hoc e sostegno di ogni tipo, non denuncino la violenza subita ?

La motivazione principale che ha spinto Alex Britti ad esporsi in prima persona, è sicuramente dettata da una grande sensibilità rispetto al problema grave della violenza sulle donne, ma causa scatenante è stata l’esperienza diretta vissuta da Alex Britti.

Un giorno si è  trovato ad assistere in un parco pubblico alla terribile scena di un uomo che prendeva a pugni una donna. E' intervenuto prontamente in difesa della donna ed è così riuscito a sedare la violenza e portare il primo soccorso alla vittima. L’uomo si è poi scoperto essere il marito della donna.

Nel raccontare l’accaduto Alex spiegava che la cosa che più lo aveva colpito, era il terrore negli  occhi della donna all’ idea di denunciare il marito ed al rifiuto di  farsi accompagnare in ospedale per ricevere le cure necessarie. Era chiara ed evidente la consapevolezza da parte della donna di dover tornare nonostante tutto a casa, dove probabilmente avrebbe trovato dei figli da accudire e lo stesso carnefice a cui sottostare ancora.

Nei mesi successivi, questo episodio ha agito sulla sensibilità di Alex che, via via  ha elaborato un forte senso di frustrazione ed impotenza  riguardo questo tipo di violenza e, la creatività e le emozioni provate hanno fatto si che musica e parole prendessero forma.  Nasce così il testo e la musica attraverso la quale Alex mette a fuoco ed esprime con forza il cuore di questo problema: il Perché? del SILENZIO.

"L'espressione "violenza contro le donne" comprende tutti gli atti di violenza contro il genere femminile che si traducono, o possono tradursi, in lesioni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche per le donne, incluse le minacce di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che nella vita privata".

Leggi tutto...

Droga: Dj Aniceto indignato. La proposta di legge per legalizzazione droghe leggere è uno schifo.

Dj Aniceto contro proposta liberalizzazione droghe leggereNon usa mezzi termini il DJ ANTISBALLO: "Le imbarazzanti e intollerabili dichiarazioni di alcuni esponenti politici in merito alla proposta di legalizzazione della cannabis di questa mattina, mi hanno profondamente indignato, è stato come ricevere un violento schiaffo in faccia! Una persona sana non pensa a vendere la droga legalmente o illegalmente ma ad evitare in tutti i modi il diffondersi di questa piaga sociale" - questo il commento del Dj Aniceto, (uno dei dj piu' impegnati nel sociale, membro della Consulta per le politiche antidroga a palazzo Chigi e testimonial antidroga in tv anche con Piero Chiambretti), alla proposta di legge per la legalizzazione delle droghe leggere che ha visto l'adesione di oltre 100 parlamentari - "Si fa tanto per debellare la piaga della droga" - continua Aniceto - "E poi bastano proposte 'ignoranti' come queste, per vanificare in un'attimo, l'impegno di tanti operatori che quotidianamente si impegnano in questa che, ormai, può essere definita una vera e propria missione a favore della vita. Bisognerebbe multare tutti quei politici che veicolano messaggi dannosi per la collettivita'. La libertà delle idee è importante, fondamentale, ma divulgare questi messaggi in contesti dove si dovrebbero invece, discutere in modo assolutamente negativo temi come quelli delle droghe e che interessano il futuro morale e fisico delle nuove generazioni assolutamente no! Ricordiamo e gridiamo invece con tutte le nostre forze invece che tutte le droghe, leggere e pesanti, danneggiano gravemente la salute, in maniera irreversibile, condizionando negativamente la vita dei ragazzi!"

Leggi tutto...

"Troppe Scale per il Signore a Rotelle" 31 maggio 2015 Teatro Gianelli di Roma. Conferenza - evento

Troppe scale per il signore a rotelleL'evento si inserisce all’interno del Progetto Spacca: fucina di iniziative culturali che raccoglie cittadini e professionisti dello spettacolo, con il fine di sensibilizzare la nostra società nei riguardi delle barriere architettoniche, mentali e culturali alla disabilità.
Il progetto nasce dalla promozione del libro autobiografico di Attilio Spaccarelli, “Troppe Scale!” che ha ispirato lo spettacolo-multimediale Il Signore a Rotelle - per la regia di Lisa Colosimo e Stefania Papirio - autoprodotto da ItinerArte in collaborazione con l'associazione MEssaggi.
Un allestimento originale che, con taglio ironico e pungente, senza perdere di sensibilità, coinvolge lo spettatore nelle disavventure del protagonista e porta avanti un messaggio di grande senso civico, evitando di scadere nella retorica e nel pietismo.
Per il suo valore artistico e culturale, lo spettacolo ha già ottenuto il patrocinio di Roma Capitale, Croce Rossa Italiana e AISM-Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

Interverranno:
Lisa Colosimo e Stefania Papirio - Registe dello Spettacolo “Il Signore a Rotelle”- Associazione ItinerArte
Attilio Spaccarelli - Autore del libro “Troppe Scale!”
Carla Patrizi – Presidente consulta per i problemi dei cittadini con disabilità per il II e il II municipio
Antonio Spica - Presidente dell’Associazione AccessEmotion
Daniele Stavolo - Presidente dell’Associazione Paraplegici di Roma e del Lazio
Baires Raffaelli - BRRE Architects
Giuseppe Trieste - Presidente di Fiaba Onlus
Eva Lupo – Associazione Culturale MEssaggi
Modera il dibattito Gianluca Gaeta – giornalista e direttore di Lineadiretta 24

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS