Kayenna network - click to join 
Kayenna.net - clicca per l'ARCHIVIO NOTIZIE

A+ A A-

Turismo e tempo libero (11)

Agriturismi a un passo dal mare: +30% in un anno la domanda per le strutture più vicine alle spiagge

Il settore degli agriturismi sta vivendo un forte momento di crescita, grazie alla destagionalizzazione delle strutture che non sono più considerate appetibili solo in primavera ma che vengono sfruttate anche in estate. Sono moltissimi gli agriturismi italiani vicini al mare: secondo uno studio di Agriturismo.it, rispetto allo scorso anno le strutture agrituristiche a pochi passi dalla spiaggia hanno registrato un boom della domanda pari al 30%, segno che i turisti in estate non rinunciano al mare, ma nemmeno a un alloggio a contatto con la natura.

Il settore degli agriturismi sta vivendo un forte momento di crescita, grazie alla destagionalizzazione delle strutture che non sono più considerate appetibili solo in primavera ma che vengono sfruttate anche in estate. Sono moltissimi gli agriturismi italiani vicini al mare: secondo uno studio di Agriturismo.it, partner di Casevacanza.it e leader del settore, rispetto allo scorso anno le strutture agrituristiche a pochi passi dalla spiaggia hanno registrato un boom della domanda pari al 30%, segno che i turisti in estate non rinunciano al mare, ma nemmeno a un alloggio a contatto con la natura.

L’analisi ha preso in considerazione le strutture che distano al massimo 1,8 chilometri da una spiaggia, raggiungibile quindi in bicicletta o con una camminata di circa quindici minuti. La domanda arriva sempre più anche dagli stranieri: mediamente si rileva un +7% di richieste provenienti dall’estero. In particolare, confrontando il volume delle richieste con quello del 2016, si è registrato un +15,08% dagli Stati Uniti, seguiti dagli svizzeri (+8,11%) e dai tedeschi (+5,91%). Questi ultimi, in particolare, si stanno sempre più concentrando sulla Sardegna, dove la domanda di agriturismi da parte di chi arriva dalla Germania è cresciuta dell’11,08% nell’ultimo anno.

La distribuzione dell’offerta

Guardando alla distribuzione degli agriturismi a un passo dal mare sul territorio italiano, si scopre che il 18,27% delle strutture che si danno visibilità online si trova in Puglia. La seconda regione con il maggior numero di agriturismi sul mare è la Liguria, con il 16,35% delle strutture, seguita dalla Calabria (11,54%), pronta a fronteggiare l’aumento delle visite dopo essere stata nominata dal New York Times meta imperdibile per l’estate 2017. Oltre il 20% delle strutture a un passo dalla spiaggia si trova equamente distribuito tra le Marche e la Sicilia.
Analizzando le province più presenti quando si cercano agriturismi sul mare, Lecce è la più popolata: qui si concentra il 10,58% dell’offerta. A seguire nella top 3 si trovano la provincia di Foggia e quella di Imperia.
Le province più richieste per i soggiorni negli agriturismi al mare
Studiando le richieste arrivate al portale per le strutture agrituristiche vicino alle spiagge, si nota la differente distribuzione delle preferenze tra italiani e stranieri. Se i primi incoronano Lecce come regina delle prenotazioni anche per gli agriturismi vista mare, chi arriva dall’estero preferisce la provincia di Livorno, comunque seconda nella classifica delle mete più popolari fra gli italiani. Al terzo posto di entrambe le classifiche si trova la Toscana: per gli italiani la terza provincia più richiesta è quella di Grosseto, per gli stranieri quella di La Spezia.

Vacanze tra vita da spiaggia e campagna

Se già il concetto di agriturismo a pochissimi passi dal mare può suonare inusuale, sono ancora di più le curiosità che si scovano leggendo le descrizioni di queste strutture. In Puglia, per esempio, la regione più ricca di agriturismi sulla spiaggia, la possibilità di avere un meraviglioso mare a pochi metri dalla struttura si sposa all’opportunità di dormire in antiche masserie o, addirittura sotto le stelle, in tende già montate dai gestori. Non mancano poi le strutture che offrono ai propri ospiti spiagge private: si tratta di aziende agricole posizionate vicino al mare, che lo sfruttano come risorsa per l’agricoltura e hanno acquisito tratti di costa da utilizzare in esclusiva. La maggiore concentrazione di questi agriturismi si trova in Calabria. Sono poi molte le strutture che offrono servizi navetta e convenzioni con stabilimenti balneari.

«Quella degli agriturismi a un passo dal mare è una nicchia che, quest’estate, trarrà molto vantaggio dalla popolarità crescente di questo settore – spiega Veronica Mariani, fondatrice di Agriturismo.it – I gestori stanno puntando a diversificare anche la clientela: se l’agriturismo è prettamente legato al concetto di vacanza in famiglia con bambini, in quelli che hanno la fortuna di affacciare sul mare si cerca di attirare anche un pubblico più giovane e sportivo. Abbiamo notato come, soprattutto in Sardegna, siano molti gli agriturismi che offrono corsi di surf e windsurf; nelle strutture toscane, invece, sono maggiormente diffuse le proposte di escursioni in barca per attività di diving e snorkeling.»

Leggi tutto...

CONFINDUSTRIA BULGARIA E "I GIORNI DELL'ITALIA A SOZOPOL"

In un clima di proficua cordialità si è concluso ieri “I Giorni dell’Italia a Sozopol”, evento realizzato in collaborazione fra Confindustria Bulgaria e il Ministero del Turismo in Bulgaria. E'la prima edizione di un Festival che ha come scopo quello di portare nello Stato della penisola balcanica le buone pratiche italiane nel settore del turismo ed ispirare gli operatori bulgari per uno sviluppo rapido ed efficace delle mete turistiche del Paese.
Tra i promotori di questa iniziativa internazionale, il Comune di Sozopol, l’Ambasciata d’Italia a Sofia, l’Istituto Italiano di Cultura, la Fondazione Soleil e con la partecipazione di Confindustria Alberghi.
Quattro giorni intensi, dal venerdì 16 giugno al lunedì 19 giugno dedicati all’Italia e alle eccellenze del Made in Italy. Numerosi gli eventi culturali nei luoghi pià belli della suggestiva cittadina sul Mar Nero esposizioni artistiche, concerti, proiezioni di film italiani d’autore e un interessantissimo forum tecnico “Nuove strategie per sviluppare una destinazione turistica di successo” che ha visto, tra gli altri, la presenza di Giuseppe Canfora, Presidente della Provincia di Salerno che ha proposto affascinanti spunti di collaborazione Italia/Bulgaria ed illustrato le bellezze della provincia salernitana; molto interessante anche l'intervento di Giorgio Palmucci, Presidente di Confindustria Alberghi. L'intervento di Carlo Mancuso e di Giorgio Fanesi, rispettivamente CEO di I.T.Svil e Pluservice ha dato un forte impulso alla discussione illustrando con un'appassionante presentazione le potenzialità della piattaforma MyCicero ed i vantaggi che l'app multipiattaforma e multiservizio può portare al settore del turismo in ambito nazionale ed internazionale.
L'apertura ufficiale del festival ha visto l’inaugurazione dell’esposizione degli artisti italiani Simona Rizzi e Alessandro Chiarappa. Presenti all'evento numerosi rappresentanti delle istituzioni italiane e bulgare: Nikolina Angelkova, Ministro del Turismo, Rumen Dimitrov, Vice Ministro della Cultura, Panayot Reyzi, Sindaco di Sozopol, Stefano Baldi, Ambasciatore d’Italia in Bulgaria, Emanuele Pollio, Vicario Capo Missione dell’Ambasciata d’Italia in Bulgaria, Luigina Peddi, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, Antonio Tarquinio, Console Onorario di Italia a Varna, Maria Luisa Meroni, Presidente di Confindustria Bulgaria, Maria Netzova, Vice Presidente di Confindustria Bulgaria, e Alexandrina Isaylova, Presidente della Fondazione Soleil.
L'iniziativa è stata realizzata grazie al supporto dei partner Auto Italia, I.t.Svill, MyCicero, Fondo Montebello e In-Trade Balkani e ai nostri sponsor annuali, UniCredit Bulbank, Generali, Alpetrans, Bulgaria Engineering e MBM Metalwork.
L’iniziativa "I Giorni dell'Italia a Sozopol" rientra nell'ambito del Festival Italiano in Bulgaria, la tradizionale rassegna di eventi dedicati all’Italia e alla sua straordinaria offerta culturale ed imprenditoriale che ogni anno si svolge nei mesi di maggio e giugno a Sofia e in altre città del Paese, giunto quest’anno alla quattordicesima edizione.

Leggi tutto...

I Giorni dell’Italia a Sozopol

L'Italia, Salerno e le eccellenze del made in Italy saranno protagonisti dal 16 al 19 giugno in Bulgaria all'evento culturale “I Giorni dell’Italia a Sozopol”.
La manifestazione è organizzata da Confindustria Bulgaria, in collaborazione con il Comune di Sozopol l'ambasciata d'Italia a Sofia, l'Istituto Italiano di Cultura, la Fondazione Soleil e con la partecipazione di Confindustria Alberghi.

A rappresentare la città di Salerno il presidente della provincia Giuseppe Canfora e la società di informatica I.T.Svil che, in collaborazione con la Pluservice, grazie all'innovativa app multipiattaforma MyCicero, si occuperà di informare turisti e cittadini bulgari su tutte le iniziative legate alla manifestazione.
I.T.Svil, che è anche partner dell'evento, presenterà, in esclusiva, innovative soluzioni tecnologiche appositamente pensare per il turismo.

Sozopol è una delle principali località turistiche balneari della costa del Mar Nero, la manifestazione rientra nell’ambito del Festival Italiano in Bulgaria, la tradizionale rassegna di eventi dedicati all’Italia ed alla sua straordinaria offerta culturale ed imprenditoriale che ogni anno si svolge nei mesi di maggio e giugno a Sofia ed in altre città del Paese, giunto quest’anno alla quattordicesima edizione.

Turismo, tempo libero, ristorazione, cultura, sono solo alcuni dei settori rappresentati nei vari eventi che si svolgeranno nella località sul Mar Nero, in diverse location messe a disposizione dal Comune e dislocati lungo tutto il centro cittadino.

Il programma de “I Giorni dell’Italia a Sozopol” prevede, inoltre, un forum dedicato al tema del turismo, che si terrà nella giornata di lunedì 19 giugno, intitolato  “Nuove strategie per sviluppare una destinazione turistica di successo”.

Leggi tutto...

Record di nazioni iscritte ai mondiali di parapendio in Italia

Per la prima volta l¹Italia ospiterà il campionato del mondo di parapendio dall¹1 al 15 luglio. La manifestazione ha già mietuto un primo, grande successo, quello delle nazioni iscritte, ben 59 con 150 piloti, il massimo possibile, ed una lunga lista di attesa. Gli azzurri: Silvia Buzzi Ferraris (Milano), Joachim Oberhauser (Termeno, Bolzano), Luca Donini (Molveno, Trento), Biagio Alberto Vitale (Bologna), Christian Biasi (Rovereto, Trento), elencazione provvisoria perché il CT della nazionale, Alberto Castagna (Cologno Monzese, Milano), ha ancora tempo per modificare la formazione.

Il luogo prescelto è il comprensorio del Monte Avena sopra Feltre (Belluno), con decollo ufficiale in località Campet. Sede operativa e atterraggio al Centro del Volo in località Boscherai a Pedavena (Belluno), due ettari di terreno con annessi uffici, aule e servizi. Accanto una tensostruttura di 700 mq per ospitare l'Expo Dolomitipark, fiera dedicata al volo libero ed agli sport outdoor.

Il campo di gara si estende per 5000 chilometri quadrati e comprende punti di decollo ed atterraggio sparsi tra Veneto, Trentino e Friuli in alternativa a quelli ufficiali. Molto dipenderà dalla meteo che condiziona la pratica del volo in parapendio e deltaplano, fino a restare a terra in caso di tempo avverso, riducendo il numero delle 12 giornate di gara in calendario.

Con il bel tempo i percorsi, delimitati da punti salienti del territorio che il pilota deve aggirare prima di raggiungere l¹atterraggio, possono superare anche i 100 km. Infatti, il parapendio è in grado di percorrere ampie distanze sfruttando un motore assolutamente ecologico e a costo zero, quello dell¹irraggiamento solare del territorio e le ascendenze d¹aria che esso provoca. Per ipotesi il direttore di gara Maurizio Bottegal, istruttore e pluricampione feltrino, potrebbe assegnare tragitti con decolli da Marostica, Aviano, Cima Grappa, ed atterraggi in Alpago, Bassano del Grappa, Levico ed altri. Altre manche potrebbero svilupparsi verso Gemona del Friuli, Fiera di Primiero, Valdobbiadene. Un sogno sarebbe sorvolare tutte le Dolomiti fino a Brunico.

L¹evento è organizzato dall¹Aero Club Feltre e dal Para & Delta Club Feltre. Circa 50 addetti di questa associazione sono le braccia che lavoreranno tra decolli ed atterraggi per assistere i piloti. A capo della complessa macchina organizzativa il presidente del comitato Matteo Di Brina di Trichiana (Belluno) che intende allargare l¹evento a tutti gli appassionati perché diventi una festa del volo libero, oltre che competizione mondiale. Molti i piloti atterreranno al Centro del Volo di Boscherai, decollando da qualunque posto, protagonisti di una gara on line sulla piattaforma di XC Contest.

Molti gli eventi di contorno, come la Mostra dell¹Artigianato di Feltre, quelli di ciclismo e podismo, la Festa dell'Orzo Birreria Pedavena, serate a tema ed intrattenimenti vari al Centro del Volo ed altro. In particolare occhi al cielo il 28 giugno: durante la conferenza di presentazione della rassegna mondiale, la Pattuglia Acrobatica Nazionale, cioè le Frecce Tricolori, disegnerà la nostra bandiera nell¹azzurro prima di lasciare il posto ai parapendio.

Leggi tutto...

Successo di Piano di Sorrento alla Bit di Milano

Anche Piano di Sorrento con il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”® ha partecipato alla Borsa Internazionale di Milano, principale punto di riferimento per i soggetti del settore turistico, del comparto economico-produttivo e per gli appassionati di viaggi.

Dopo gli incoraggianti risultati promozionali conseguiti alla Borsa Mediterranea di Napoli, punto di riferimento per il tutismo nel Sud Italia, l’organizzazione del Premio, prodotto dall’Associazione culturale Il Simposio delle Muse di Piano di Sorrento, è arrivata in Lombardia per presentare la ventiduesima edizione 2017 della rassegna all’interno del padiglione della Regione Campania.

La Borsa internazionale del Turismo ha aperto, alla realtà campana, le porte al grande pubblico e agli operatori provenienti da tutti i paesi del mondo.

Molte eccellenze territoriali campane sono state coinvolte dal progetto culturale, diretto da Mario Esposito e giunto alla ventiduesima edizione: la costiera sorrentina ma anche la periferia.

Il Sannio è entrato a far parte di questo virtuoso circuito culturale perché è collegato alla prestigiosa kermesse attraverso un concept che unisce arte e artigianato. Miti, leggende e magie vengono incisi su conchiglie-cammei realizzati dall’artista Giuseppe Leone di Buonalbergo e dal maestro artigiano Francesco Scognamiglio di Torre del Greco.

Un binomio tra gli arcani del mito, le magie dell’entroterra del Fortore e la suggestione della conchiglia che nasce dal mare ed incrocia la sapienza e la tradizione della città corallina: il tutto raccontato anche in un prestigioso catalogo “Il Viaggio”, che è stato donato ai giornalisti ed operatori del settore.

Le sculture con cammei vengono annualmente consegnate al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento come premi a personaggi di calibro nazionale insigniti del riconoscimento.

Nell’albo d’oro si ricordano i nomi del sindaco di Milano Giuseppe Sala (premiato nel 2015 in veste di Commissario unico di Expo), di Pippo Baudo, Lino Banfi, Leo Gullotta, Walter Veltroni, Luca Barbareschi, Klaus Davi, Mario Giordano, Peppe Barra, Lina Sastri e tanti altri. L’arte e l’artigianato dimostrano di essere tra i volani vitali scelti dal Premio “Penisola Sorrentina” per contribuire alla promozione integrata e allo sviluppo dei territori nel segno del turismo culturale.

“Belle sinergie e buoni contatti sono stati avviati in fiera. Ora occorre lavorare a stretto gomito con Istituzioni e Comune per utilizzare al meglio le opportunità costruite in fiera” dice il direttore del Premio Mario Esposito.

“Partecipare alle fiere del turismo ha un significato che va oltre l’aspetto più prettamente tecnico degli operatori del settore destinato alle offerte commerciali di pacchetti, incoming, soggiorni, escursioni” continua il direttore.

“Per chi come noi intende promuovere il territorio anche attraverso le opportunità culturali che esso offre, queste sono occasioni preziose per costruire l’identità del marchio, consolidare i rapporti, i collegamenti istituzionali con altri soggetti del comparto economico-produttivo e promozionare in una logica di brand identity culturale la Penisola Sorrentina e soprattutto Piano di Sorrento, il luogo che ospita da anni la kermesse” conclude il direttore del Premio Mario Esposito.

Ora non resta che avviare una fase importante di sinergia con le Istituzioni, tra cui il Comune di Piano di Sorrento, Torre del Greco e tutti gli altri anche di altre regioni italiane che ospitano le diverse iniziative della rassegna culturale.

Leggi tutto...

Pollica diventa Smart grazie all'app MyCicero

Pollica, il piccolo comune del Cilento diventa Smart, da qualche giorno, infatti, notizie sul turismo, eventi, sosta, trasporti e tanto altro altro ancora sono a portata di click grazie all'applicazione MyCicero. La lungimiranza della locale amministrazione e del sindaco Stefano Pisani ha reso possibile questo piccolo miracolo per rendere la vita più semplice a tutti i cittadini ma soprattutto alle migliaia di turisti che in estate affollano le frazioni del comune; bisogna infatti ricordare che tutte le frazioni di Pollica hanno una spiccata vocazione turistica, un nome per tutti, Acciaroli, ma anche Pioppi, Celso, Cannicchio e Galdo Cilento.

MyCicero è ad oggi l'unica app che ti permette di lasciare l'auto, pagare semplicemente il ticket ma anche accompagnarti in ogni fase del viaggio, una vera e propria innovazione che nasce dall'esperienza della Pluservice ed ha come partner strategico la società I.T.Svil di Salerno, capeggiata dal Dott. Carlo Mancuso al quale abbiamo chiesto un commento su questa nuova sfida: "Innovare è il nostro leitmotiv, dal mese di novembre dello scorso anno siamo presenti in Bulgaria per portare importanti prodotti informatici nel territorio, per questo mi sono chiesto perchè non fare la stessa cosa nelle nostre bellissime locatità turistiche, l'impegno mio e della mia squadra è stato premiato e così oggi inauguriamo la prima installazione di MyCicero in un comune diverso dalle grandi metropoli come Roma". Per festeggiare questo importante risultato sono in corso interessanti iniziative promozionali, non resta quindi che scaricare l'app e cominciare a risparmiare. L'applicazione è compatibile con tutti i principali sistemi operativi per smartphone.

Leggi tutto...

Cetara, tutti gli eventi di agosto e settembre

Continua la programmazione estiva a Cetara, con un cartellone di agosto ricco di appuntamenti. “Siamo entrati nel vivo dell’estate, il nostro piccolo borgo marinaro, eccellenza della costiera amalfitana, sta attirando come sempre molti turisti e visitatori. Per loro, ma anche per i nostri concittadini, abbiamo predisposto numerosi eventi, che puntano alla valutazione gastronomica e al rilancio dell’offerta culturale, abbinando anche qualche momento di confronto sul tema della programmazione culturale costiera e mediterranea” ha detto l’assessore alla cultura e al turismo Angela Speranza. Per tutto agosto sarà possibile visitare alla Torre Vicereale la mostra di Galyna Moskvitina “Dipingere la luce”(apertura al pubblico venerdi, sabato e domenica dalle 18 alle 22). Resteranno inoltre attivi fino al 14 agosto a Largo Marina il Forum Village  “Il divertimento in riva al mare”, dedicato ai bambini e per tutto il mese di agosto il “Cinema sotto le stelle”, come da programma parrocchiale. Venerdì 12 in Zona Cannillo, alle ore 20,30 la settima edizione de “La vera zuppa del Casale”, a cura della Pro Loco Cetara-Costa d’Amalfi, manifestazione nata per portare all’attenzione del pubblico i prodotti dei contadini di Cetara, nella parte alta del paese. Lungo i terrazzamenti, ai piedi dei Monti Lattari, limoneti e colture accanto alla sorgente del torrente Cetus faranno da location alle degustazioni, contrassegnate da interventi musicali (info: 089 261593). Giovedì 18 in Piazza S. Francesco, ore 21:00, il musical  “Mamma mia”; martedì 23 in  Largo Marina, ore 21:00, “Forum Night”, spettacolo di giovani talenti a cura del Forum dei Giovani di Cetara; mercoledì 24 sempre in Largo Marina, ore 21:00, concerto de i “Vico Masuccio”. Giovedì 25 “Cetara Summer Fest” che si divide in due momenti: uno di confronto alla Sala “M. Benincasa”, ore 18, al quale interverranno il sindaco di Cetara Fortunato Della Monica, Eugenio Bennato e  Sebastiano Maffettone, presidente della Fondazione Ravello e consigliere per la cultura del governatore della Campania Vincenzo De Luca, moderati dal giornalista Emiliano Amato, e l’altro di festa, in Largo Marina, alle ore 21, con l’appuntamento clou dell’estate, con il concerto gratuito di Eugenio Bennato. “Voglio invitare tutti a partecipare anche a un evento a carattere religioso, in linea con il sentimento che ci accomuna con i riti legati al nostro paese e alle nostre radici”, ha specificato l’assessore Speranza, ricordando l’appuntamento alle 20,30, nella Chiesa di S. Pietro Apostolo giovedì 11 per l’inaugurazione della tela restaurata dell’estasi di S. Antonio di Padova. A Cetara l’estate non termina ad agosto: giovedì 1 settembre in Piazzetta Europa, ore 19,  al via il “Lemon Day”, con un convegno dedicato a “Il limone, l’oro giallo di Cetara: ieri ed oggi”; a seguire Folk&Tamorre e granita di limone. Venerdì 2 in Largo Marina, ore 20:30 “Lemon Day - La festa”, con degustazione di piatti tipici a base di limone. Nella due giorni dedicata al limone di Cetara anche i “Lemon Tour”, con visite ai terrazzamenti di limoni dalle 10  alle 16 (info: 339 6075994). Gli eventi estivi cetaresi sono stati resi possibili anche grazie alla partecipazione degli sponsor Olitalia, Antonio Amato, Mulino Caputo e Perrella Distribuzione.

Leggi tutto...

La Soprintendenza di Salerno e Avellino apre i Musei a Ferragosto

  Lunedì 15 agosto  i musei e le aree archeologiche gestiti dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, resteranno aperti al pubblico, consentendo così ai visitatori di trascorrere un Ferragosto alla scoperta di alcuni dei luoghi della cultura più importanti del nostro territorio.

       Ad illustrare nel dettaglio il programma della Soprintendenza sono intervenuti il dott. Michele Faiella, Funzionario per la Promozione e Comunicazione e la dott.ssa Rosanna Romano, Funzionaria Storica dell’Arte e delegata Soprintendente ff.ff.  che, in una conferenza stampa, hanno comunicato anche gli orari di apertura e ticket d’ingresso dei siti interessati all’iniziativa. Ecco l’elenco: Complesso monumentale diSan Pietro a Corte, Salerno: 9.30-18.30  (gratuito); Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana, Salerno: 10-12.30 (3 euro);  Parco Archeologico di Velia, Ascea: 9.00-un'ora prima del tramonto (3 euro);   Museo Archeologico Nazionale di Volcei “M.Gigante”, Buccino: 9.00-13.00 / 15.00-19.00 (6 euro – ingresso e visita guidata); Area archeologica della Villa romana e antiquarium, Minori: 8.00-19.00 (gratuito); Parco Archeologico di Aeclanum, Mirabella Eclano: 9.00-un'ora prima del tramonto (gratuito).

      Il Complesso monumentale di San Pietro a Corte, solitamente chiuso al pubblico il lunedì,  osserverà il riposo settimanale mercoledì 17 agosto. Ulteriori informazioni sul sito web   www.ambientesa.beniculturali.it  info 089 2573241 / Fax 089 318120 UFFICIO STAMPA Soprintendenza  ABAP di Salerno e Avellino / Funzionario Responsabile Dott. Michele Faiella/ email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Per approfondimenti  I luoghi e gli eventi  www.beniculturali.it - Numero verde 800 99 11 99 -  MiBACT  su Youtube, Facebook e Twitter.

Leggi tutto...

BOOM DI VISITATORI A VELIA (900) E A SALERNO AL COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN PIETRO A CORTE (300)

Affluenza record ad Ascea (Sa), il parco archeologico di VELIA nel fine settimana (sabato e domenica) ha fatto registrare ben 900 ingressi, con una punta massima proprio domenica 7 agosto (ingresso gratuito v. iniziativa domenicaalmuseo), con  751 visitatori. Bene anche per il complesso monumentale di San Pietro a Corte, a Salerno, con un complessivo 350 unità. Gli altri siti gestiti dalla Soprintendenza ABAP  di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, hanno registrato i seguenti numeri: Minori, Villa Romana (113); Mirabella Eclano, Parco  archeologico di Aeclanum (48).   

Il Parco archeologico di Velia coincide con il sito dell’antica colonia di Elea, fondata da coloni greci provenienti da Focea, in Asia Minore, intorno al 540 a. C.“Velia” è il nome romano della città. Posta sul promontorio che anticamente si protendeva sul mare e che oggi separa la piana dell’Alento da quella di Ascea, la città è ben riconoscibile nel circuito delle sue mura e nei principali monumenti, oggi visibili per la maggior parte nei rifacimenti subiti in età romana. L’area del Parco, tutta visitabile, è di circa dieci ettari, e corrisponde a solo una parte dell’antico spazio urbano, di circa novanta ettari. Negli anni ’60 del ‘900 è stata avviata un’intensa attività di ricerca e di esplorazione dell’area che ha portato alla definizione del tessuto urbanistico all’interno della cinta muraria. Da allora il lavoro di ricerca e valorizzazione viene svolto con continuità grazie anche al finanziamento nel 1996 di uno “Studio di fattibilità per il restauro, il riuso e la valorizzazione del Parco Archeologico” che ha dettato le linee guida per la realizzazione di una serie di progetti già realizzati ed ancora in corso, mirati al restauro dei singoli monumenti, alla realizzazione di servizi di accoglienza per il pubblico, all’incremento della ricerca sul terreno, alla creazione di percorsi di visita adeguatamente supportati da apparati didattici. In tale ottica di valorizzazione l’area archeologica di Elea -­ Velia viene riconosciuta tra i Grandi Attrattori culturali della Regione Campania. Il percorso di visita si snoda dalla parte bassa della città antica (c.d. Quartiere Meridionale) occupata dalla necropoli di età romana, dal fronte delle mura e, all’interno di esse, dai complessi abitativi di età ellenistica e romana. Imboccando una stradina che devia sul lato destro si raggiunge la masseria Cobellis che insiste sui resti visibili di un edificio pubblico di età imperiale. All’interno della Masseria è allestito un piccolo antiquarium su due livelli dove sono esposti i modelli delle ricostruzioni dei principali monumenti della città e i reperti più rappresentativi del sottostante edificio di età imperiale. Ritornando indietro verso i quartieri di età ellenistica e risalendo lungo la strada antica si costeggia un edificio termale di età imperiale e continuando la salita a destra si trova la c.d. Agorà, probabilmente un ginnasio o un santuario dedicato al dio Asclepio e infine si arriva alla monumentale Porta Rosa (fine IV -­‐inizi III sec. a.C.). Ridiscendendo la via di Porta Rosa, invece, si imbocca sulla destra il sentiero moderno che conduce al promontorio dell’Acropoli, dove si conservano le abitazioni dei coloni focei (VI sec. a. C.), il teatro e i resti di un tempio. Sono presenti inoltre strutture relative alla costruzione di un castello, tra cui la torre di età angioina che costituisce il punto di riferimento visivo per tutta l’area del golfo di Casal Velino. Nella zona  sono allestite due sedi espositive: la Capella Palatina (dedicata a San Quirino) e la chiesa di S. Maria che ospitano le raccolte dei materiali archeologici più significativi delle diverse fasi di vita della città.

Leggi tutto...

Il Ministro del Turismo Nikolina Angelkova a Roma per illustrare le opportunità del settore in Bulgaria

Incontro con il Ministro del Turismo Nikolina Angelkova a Roma sulle opportunità del settore in BulgariaIl 14 marzo p.v. а partire dalle ore 11.30 presso la sede di Confindustria in viale dell’Astronomia 30 a Roma avrà luogo una presentazione sul turismo Italia-Bulgaria, organizzato da Confindustria Bulgaria ed il Ministero del Turismo bulgaro.

L’evento rientra tra i seguiti del Forum tenutosi a Sofia il 6 luglio u.s. in occasione della visita in Bulgaria del Ministro del Turismo e dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini, e vedrà la partecipazione del Ministro del Turismo bulgaro Nikolina Angelkova. Tra i relatori vi sarà anche il Presidente di Confindustria Alberghi Giorgio Palmucci.

A seguire vi sarà una presentazione delle opportunità nel settore del turismo in Bulgaria a cura di un rappresentante del Ministero del Turismo bulgaro, l’analisi di alcuni business case ed una sessione di domande e risposte.

Di seguito si elencano le principali tipologie di turismo presenti in Bulgaria:

  • Attività turistiche legate alla pesca e alla caccia
  • Ecoturismo
  • Enoturismo e Turismo culinario            
  • Turismo conoscitivo
  • Turismo culturale
  • Turismo d'affari e congressuale
  • Turismo medico, dentale e termale
  • Turismo montano, balneare e fluviale
  • Turismo religioso (pellegrinaggio)
  • Turismo ricreativo
  • Turismo rurale
  • Turismo sportivo
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS