Kayenna network - click to join 
Kayenna.net - clicca per l'ARCHIVIO NOTIZIE

A+ A A-

Hackathon “Talents for Business”: la prima giornata.

Oggi, 25 giugno 2020, si è aperta la prima delle tre giornate dell’hackathon “Talents for business”.

L’ evento rappresenta la fase clou della seconda edizione della Borsa Mediterranea della Formazione e Lavoro, un’iniziativa promossa dall’associazione no-profit Centro Studi Super Sud e organizzata da Gruppo Stratego. Il format prevede tre giornate di dirette livewebinar e workshop, alla presenza di attori istituzionali e stakeholder, sulle novità introdotte a seguito dell’emergenza del Coronavirus. L’obiettivo è fornire una panoramica sul mondo della formazione e del lavoro in Campania e in Italia, nella fase post Covid.

È importante ricordare che questa lodevole l’iniziativa si sta svolgendo completamente online, proprio a causa delle misure di distanziamento sociale doverose per scongiurare le minacce della pandemia Covid ’19. Nonostante manchi il la partecipazione vis a vis degli attori, che ha caratterizzato la scorsa edizione della Borsa Mediterranea della Formazione e del Lavoro, si sta registrando un ottimo successo di pubblico ed una grande partecipazione virtuale di tutti le imprese e degli enti di formazione coinvolti.

I lavori sono partiti alle ore 9.30, in diretta streaming sulla pagina Facebook della Borsa Mediterranea della Formazione e del Lavoro, con i saluti e il benvenuto di Antonio Vitolo, CEO Gruppo Stratego, di Giovanni D’Avenia della Fondazione Centro Studi Super Sud e di Mariapia Mercurio, Presidente della Fondazione Centro Studi Super Sud. Subito dopo, si sono susseguiti i saluti istituzionali e, alle 10.30 ha preso il via la tavola rotonda incentrata sulle tematiche legate al mondo della formazione e del lavoro, con gli interventi di Michele Raccuglia Responsabile macro area Sud di ANPAL Servizi, dell’avvocato Carmelo Bifano Presidente dell’Ente Bilaterale Nazionale delle Libere Professioni, di Calogero Montante, responsabile delle risorse umane di RSM Italy e di Salvatore Mirante del gruppo Banca Sella.

Alle ore 12.00, il coordinatore dell’hackathon Edoardo Gisolfi, ha lanciato ufficialmente l’iniziativa “talents for business”, ricordando l’importanza della partnership con l’Università degli studi di Salerno, ed in particolare con gli uffici placement, rappresentati da Stefano Riemma, Delegato al Placement Università degli Studi di Salerno (area scientifica) e Paolo Diana Delegato al Placement Università degli Studi di Salerno (area umanistica).

Subito dopo si è dato il via alla presentazione delle sfide aziendali, presentate con grande entusiasmo. Il primo intervento è stato quello di Iole Preziosi, responsabile marketing e comunicazione di Grafica Metelliana S.p.A.:” abbiamo accolto con grande piacere questa opportunità che ci avete dato, siamo un’azienda molto orientata verso le Università, con le quali abbiamo attive molte collaborazioni e progetti che ci aiutano a trovare spunti e risorse preziose per l’azienda”. La sfida preparata da Grafica Metelliana prevede l’elaborazione di una strategia futura di approccio al mondo del packaging con uno specifico focus sul settore del food, in generale, e del food delivery, in particolare, settore che, più degli altri, sta vivendo un incremento dovuto al cambiamento di abitudini dei consumatori.

Secondo intervento quello di Aurelio Dente, CEO Founder Agenzia Carisma, il quale si è complimentato per l’iniziativa definendola “una macchina da guerra virtuale”, ed ha continuato: “è una sfida nella sfida, partecipiamo con Carisma, dove promuoviamo un modello innovativo che prevede un affiancamento in outsourcing per tutto ciò che concerne l’ambito assicurativo, offrendo servizi altamente specializzati alla nostra clientela”. La sfida riguarda lo sviluppo di un piano di comunicazione finalizzato alla sensibilizzazione sulla cultura finanziaria e alla promozione di un prodotto specifico per il risparmio, con un target di riferimento che racchiude i giovani tra 18 e 35 anni.

Dulcis in fundo, il lancio delle sfide aziendali si chiude con l’intervento di Carlo Mancuso, CEO I.T. Svil S.r.l.: “l’azienda è cresciuta molto negli ultimi anni, questo grazie anche una sinergia importante con l’Università degli studi di Salerno, dalla quale attingiamo molti talenti. Abbiamo partecipato anche l’anno scorso all’hackathon organizzato dalla Borse, con grande entusiasmo, e questo ci ha portato a raccogliere con enorme piacere l’invito di quest’anno.” La sfida aziendale, continua Mancuso, “parte da un’applicazione che a breve sarà operativa a Salerno, una piattaforma dedicata al commercio, che supporta i cittadini e gli esercizi commerciali nella vendita dei propri prodotti;”. Agli studenti, guidati dai coach aziendali Raffaele De Feo e Gaetano Rocco, è stato chiesto di analizzare e progettare un sistema prenotazione e gestione di risorse/servizi che sarà integrato nell’applicazione. CiShoppo, questo il nome della piattaforma, è uno strumento promotore del marketing di vicinato, attraverso il quale si valorizzano i piccoli esercizi commerciali e soprattutto le eccellenze locali, attuando un’azione di promozione territoriale, turistica e culturale.

Nel dettaglio, CiShoppo permette agli esercizi commerciali, in particolare agli esercizi di vicinato, di continuare a svolgere il proprio lavoro in sicurezza (considerando l’attuale scenario caratterizzato dall’emergenza Covid ’19) e di aumentare le potenzialità del proprio business. Oltre al servizio di shop-online, CiShoppo offre particolari features che lo differenziano profondamente dai marketplace comuni:  E-shop eccellenze locali, con la possibilità di acquisto on-line di beni che normalmente non vengono venduti tramite e-commerce, come le  specialità enogastronomiche e le tipicità locali, con garanzia della genuinità e della provenienza degli stessi; Consegna a domicilio, food delivery e ritiro concordato in sede previa definizione di un appuntamento; e infine prenotazione di servizi (appuntamenti e ingressi presso stabilimenti balneari, centri estetici e parrucchieri, personal trainer, musei, etc.). e prenotazione servizi di ristorazione.

Roberta Esposito

Leggi tutto...

Borsa Mediterranea Formazione e Lavoro 2020: evento "Talents for business", intervista al CEO di I.T.Svil

Il 22 giugno si è svolto in diretta streaming, sui canali social della Borsa Mediterranea Formazione e Lavoro, l’evento “Talents for business. Un ponte tra università e imprese”. Questo evento fa parte di una serie di approfondimenti e webinar, tutti rigorosamente online, che caratterizzano la seconda edizione della Borsa Mediterranea della Formazione e Lavoro, un’iniziativa promossa dall’associazione no-profit Centro Studi Super Sud e organizzata da Gruppo Stratego

Il format prevede tre giornate di dirette livewebinar e workshop, alla presenza di attori istituzionali e stakeholder, sulle novità introdotte a seguito dell’emergenza del Coronavirus. L’obiettivo è fornire una panoramica sul mondo della formazione e del lavoro in Campania e in Italia, nella fase post Covid.

L’evento “Talents for Business. Un ponte tra università e imprese” è stato presentato dal coordinatore dell’Hackathon, nonché presidente del gruppo servizi innovativi e tecnologici presso Confindustria Salerno, Edoardo Gisolfi, dal CEO del Gruppo Stratego Antonio Vitolo, dal Prof. Stefano Riemma, Delegato al Placement area scientifica Unisa e dal Prof. Paolo Diana, Delegato al Placement area umanistica Unisa.

Quest’anno, come ricordato da Gisolfi, la Borsa e l’hackaton si svolgono in modalità virtuale, a causa dell’emergenza Covid ’19, ma ciò non ha influito sulla grande risposta dimostrata dagli studenti dell’Università di Salerno: grazie all’importante lavoro dell’Ufficio Placement sono state registrate ben 106 richieste di partecipazione. 30 saranno invece i coach, provenienti dal mondo accademico, dell’impresa e dai principali incubatori e acceleratori del Sud Italia, che avranno il compito di seguire e guidare i giovani talenti durante l’hackathon.  La maratona è prevista per i giorni 25, 26 e 27 giugno, e vedrà gli studenti (laureandi e neolaureati di facoltà scientifiche ed umanistiche), impegnati a rispondere alle sfide imprenditoriali proposte dalle aziende partner dell’iniziativa:

L’Agenzia Carisma, attiva con successo nel settore assicurativo grazie all’esperienza di oltre 30 anni del CEO Aurelio Dente, ha chiesto lo sviluppo di un piano di comunicazione per promuovere un prodotto specifico per il risparmio ad un target di età compresa tra 18 e 35 anni e sensibilizzare sulla cultura finanziaria.

Grafica Metelliana, specializzata nella stampa commerciale ed editoriale, ha chiesto di formulare una strategia futura di approccio al mondo del packaging con uno specifico focus sul settore del food, in generale, e del food delivery, in particolare, settore che, più degli altri, sta vivendo un incremento dovuto al cambiamento di abitudini dei consumatori.

I.T. SVIL, società di servizi operante da oltre 15 anni nel campo dell’Information & Communication Technology ha chiesto l’analisi e la progettazione di un sistema che garantisca agli esercenti, colpiti duramente dall’emergenza Coronavirus, la prenotazione e la gestione di risorse/servizi.

Il CEO di I.T. Svil, Carlo Mancuso, si dichiara “orgoglioso di partecipare per la seconda volta alla Borsa Mediterranea Formazione e Lavoro”, e aggiunge: “con il nostro hackathon vogliamo stimolare la mente dei giovani talenti, farli entrare in contatto con la nostra realtà aziendale e con i nostri progetti. Abbiamo bisogno di giovani talenti, e da sempre credo nel valore dei giovani del nostro territorio e nell’importanza di connettere sempre più imprese ed università, al fine di ridurre le distanze e creare occasioni di lavoro profittevoli per tutte le parti. Infine, Carlo Mancuso, rivela ulteriori dettagli sulla sfida preparata per la maratona hackathon: “Nel nuovo quadro economico, e critico, delineatosi dopo l’emergenza Covid 19, I.T. Svil ha sviluppato CiShoppo Marketplace, una piattaforma di e-commerce cittadino che permette agli esercizi commerciali, in particolare agli esercizi di vicinato, di continuare a svolgere il proprio lavoro in sicurezza e di aumentare le potenzialità del proprio business... il resto lo scoprirete in diretta streaming”.

Roberta Esposito

Leggi tutto...

Anticipazioni della 21ma edizione di Sottodiciotto Film Festival & Campus

IL TEMA E L’IMMAGINE GUIDA. My families” è il titolo della XXI edizione di Sottodiciotto Film Festival & Campus, che si svolgerà a Torino dal 28 marzo al 3 aprile 2020. La kermesse – organizzata da Aiace Torino e da Città di Torino - Divisione Servizi educativi e Divisione Servizi culturali e dedicata al cinema fatto da e per i giovani – si articolerà su un tema oggi particolarmente caldo e sensibile, esplorandolo nella pluralità delle sue sfaccettature. Protagoniste del Festival saranno infatti le tante, diverse famiglie che convivono nella società contemporanea: tradizionali e innovative, ristrette e allargate, (apparentemente) perfette e disfunzionali, originarie ma anche acquisite al di là dei legami di sangue e intese come gruppo di appartenenza o nucleo identitario, spesso tanto determinante nella formazione dei giovanissimi.

La colorata immagine-guida dell’edizione 2020, declinata in due versioni e realizzata dal writer Marco “Mach505” Cimberle, dell’Associazione culturale “Il Cerchio e le Gocce”, che promuove a Torino la street art come strumento di riqualificazione urbana, rispecchia l’impostazione del tema: piccoli gruppi di animali che in natura non hanno alcun legame di specie condividono lo spazio grafico in una rappresentazione fresca e senza pregiudizi del concetto poliedrico di “famiglia” quest’anno al centro del Festival.

► LA MOSTRA: ELLIOTT ERWITT. FAMILIES. Quest’anno il Festival rinnova la collaborazione con CAMERA dopo la felice esperienza della mostra Martha Cooper: On the Street del 2018. In linea con il tema dell’edizione 2020, la nuova mostra Elliott Erwitt. Families (dal 31 marzo al 19 aprile 2020) induce una riflessione sulla rappresentazione dei rapporti parentali e affettivi in fotografia attraverso le immagini di un maestro di fama internazionale, presentando i dodici scatti da lui creati per il Calendario Lavazza del 2000.

Nel 1999 Lavazza commissionò una ricerca dedicata alle “nuove famiglie” d’Europa, per documentare i loro modi di vita, gli atteggiamenti e i momenti domestici che avrebbero potuto costituire segnali di importanti cambiamenti sociali, individuali, antropologici. L’incarico fu affidato proprio al fotografo dell’agenzia Magnum, noto per il suo senso dell’ironia che gli permetteva di indagare senza filtri, eppure con incredibile delicatezza, le sfumature dell’animo umano. Il fotografo statunitense nato a Parigi nel 1928 ha ripercorso così lo spettro dei possibili rapporti familiari con uno sguardo che trascende giudizi e pregiudizi. Uno sguardo contemporaneo e trasversale, che, a vent’anni di distanza, rende le sue fotografie ancora in grado di stimolare una riflessione. In concomitanza con la mostra allestita a CAMERA, Sottodiciotto Film Festival & Campus proporrà, all’interno del cartellone delle sue proiezioni al Cinema Massimo, il documentario Elliott Erwitt: Silence Sounds Good di Adriana Lopez Sanfeliu.

► IL PROGRAMMA PER LE SCUOLE Come sempre il Festival avvierà la sua nuova edizione con il tradizionale programma dedicato alle scuole di ogni ordine e grado, per il quale sono aperte le prenotazioni. L’articolato palinsesto di proiezioni – sempre abbinate a incontri con ospiti che discutono e approfondiscono con il giovanissimo pubblico i temi proposti dai film in cartellone – attività didattiche e laboratori modulati secondo le diverse fasce di età, nonché appuntamenti formativi riservati a insegnanti ed educatori, si dipanerà a partire dal 2 marzo, precedendo e poi affiancando, fino al 3 aprile, il programma aperto a tutto il pubblico.

Anche quest’anno il Festival trova il proprio fulcro nel Concorso nazionale dei prodotti audiovisivi realizzati dalle Scuole. Nell’edizione 2020, la sezione competitiva comprende 175 titoli, su circa 300 partecipanti al bando, che gareggeranno, come sempre, nelle tre sezioni previste: Scuole dell’Infanzia e Primarie, Scuole Secondarie di I grado, Scuole Secondarie di II grado. I temi affrontati negli elaborati confermano tendenze e interessi prevalenti già rilevati negli ultimi due anni. I lavori dei più piccoli si focalizzano soprattutto sull’accoglienza e sull’integrazione del diverso, sull’ambiente, sulle animazioni tratte da classici della letteratura. Il tema del bullismo, che, purtroppo, quest’anno si affaccia anche negli elaborati delle Scuole Primarie, continua a essere predominante nei lavori dei più grandi, dove ricorre soprattutto nella sua variante “cyber”. Oltre che sui comportamenti violenti e discriminatori nei confronti del “diverso” (per origine, orientamento sessuale, condizioni fisiche), molti audiovisivi realizzati dalle Scuole Secondarie di I e II si focalizzano sui problemi, sempre più sentiti, della dipendenza da telefonino e della ludopatia da smartphone, ma non mancano anche lavori, probabilmente influenzati dalle nuove serie tv, che si ispirano a vari generi cinematografici, soprattutto fantasy e fantascienza.

► INFO: Sottodiciotto Film Festival & Campus c/o AIACE - Associazione Italiana Amici Cinema

d'Essai – Torino, Galleria Subalpina 30, Torino; tel. 011 538962, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.sottodiciottofilmfestival.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS