Kayenna network - click to join 
Kayenna.net - clicca per l'ARCHIVIO NOTIZIE

A+ A A-

Articoli filtrati per data: Gennaio 2018

EducAmiamoci. Tre incontri sull’educazione terapeutica tenuti dal Dottor Enrico Prosperi a Roma

La SIET Società Italiana di Educazione Terapeutica promuove presso la Biblioteca Tullio De Mauro (ex Villa Mercede) EducAmiamoci tre incontri gratuiti sull’Educazione Terapeutica condotti dal Dottor Enrico Prosperi, medico chirurgo specializzato in psicologia clinica.

Gli appuntamenti si svolgeranno nel corso di più mesi presso la Biblioteca Tullio De Mauro di Via Tiburtina, 113 a Roma. Si comincia sabato 20 Gennaio 2018 dalle ore 11.00 con l’incontro Stile di vita: nuovo slogan o costrutto scientifico? Si prosegue sabato 17 Febbraio con il tema Conoscere e gestire l’ansia e gli attacchi di panico. Questo ciclo di incontri si conclude il 17 Marzo con Cibo, corpo e disturbi alimentari nell’era 2.0. Durante quest’ultimo appuntamento si svolgerà la premiazione del concorso fotografico La vita è... meravigliosa promosso dalla SIET

ww.psicoclinica.it/3a-edizione-del-concorso-fotografico-la-vita-e-meravigliosa.html

I tre incontri di EducAmiamoci vogliono far conoscere l’Educazione Terapeutica e la sua importanza nella gestione di molte malattie. Spesso i pazienti non sono informati in modo completo sulla loro condizione e non vengono considerati parte attiva nella cura e nella gestione della loro malattia. Questo molte volte li porta a non seguire correttamente le indicazioni dei medici. L’Educazione Terapeutica ha come obiettivo quello di informare e coinvolgere il paziente nella gestione della sua patologia aiutandolo ad adottare uno stile di vita corretto e ad avere un atteggiamento attivo e positivo nei confronti della malattia.

L’educazione dei pazienti, oltre a migliorarne la qualità della vita, riduce anche il numero di complicanze e ospedalizzazioni nei casi di malattie croniche.

L’ingresso è gratuito.

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 347 5465091

www.educazioneterapeutica.com - www.facebook.com/educazioneterapeutica/

L’Educazione Terapeutica è riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come un valido intervento per promuovere stili di vita sani e aiutare il malato cronico e i suoi familiari a curare e gestire la malattia. L’Educazione Terapeutica si propone di migliorare non solo le conoscenze, ma soprattutto le competenze e la capacità di gestire situazioni critiche. Nel 1998 l’OMS la definisce come uno strumento essenziale per migliorare la qualità di vita dei malati cronici.

La Società Italiana di Educazione Terapeutica (SIET) si propone di sviluppare e applicare protocolli strutturati di educazione terapeutica nell’ambito delle principali malattie croniche (Diabete, Obesità, Alzheimer, Malattie Cardiovascolari, Asma, Psoriasi, ecc.). Gli interventi di Educazione Terapeutica seguono una metodologia comune centrata sullo sviluppo della consapevolezza per migliorare lo stile di vita e di conseguenza la qualità di vita dei pazienti.

Il Dott. Enrico Prosperi è medico chirurgo specializzato in psicologia clinica. È direttore del giornale della Società Italiana di Psicologia Clinica Medica. Presidente e fondatore della SIET, conduce di gruppi di Educazione Terapeutica presso l’Università La Sapienza di Roma.

EducAmiamoci

Tre incontri sull’Educazione Terapeutica

Biblioteca Tullio De Mauro (ex Villa Mercede) Via Tiburtina, 113 a Roma

INGRESSO LIBERO

 

Sabato 20 Gennaio dalle ore 11.00 alle ore 12.30

Stile di vita: nuovo slogan o costrutto scientifico?

 

Sabato 17 Febbraio dalle ore 11.00 alle ore 12.30

Conoscere e gestire l’ansia e gli attacchi di panico.

 

Sabato 17 Marzo dalle ore 11.00 alle ore 12.30

Cibo, corpo e disturbi alimentari nell’era 2.0.

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 347 5465091

www.educazioneterapeutica.com

www.facebook.com/educazioneterapeutica/

Leggi tutto...

Treni strettamente sorvegliati dal 19 gennaio al Teatro La giostra/Speranzella81 Napoli

Sarà Il Teatro La giostra/Speranzella81 a ospitare, venerdì 19 gennaio 2018 alle ore 20.30 (repliche fino a domenica 28), il debutto, in prima teatrale assoluta, di Treni strettamente sorvegliati dal romanzo di Bohumil Hrabal, un progetto dell’attore e regista Massimiliano Rossi, che ne firma anche l’adattamento e la regia.

A dar vita, in scena, all’allestimento, presentato da TaRatatà produzioni, saranno Giovanni Buselli, Angela Rosa D’Auria, Pietro Juliano/Massimiliano Rossi, Giuseppe Villa, Giuseppe Fiscariello, Adele Vitale, Antonio Clemente, Noemi Giulia Fabiano, Sara Lupoli, Marco Aspride, Michele Capone, Valerio Lombardi.

Treni strettamente sorvegliati è un romanzo dello scrittore Bohumil Hrabal del 1965, da cui fu tratto anche un film con la regia di Jiri Menzel (vincitore dell’Oscar nel 1967 come miglior film straniero), che regalò all’autore ceco la notorietà a livello internazionale.

Il romanzo, ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, racconta la storia del timido Milosh, apprendista ferroviere in una sperduta stazioncina della Boemia e Moravia occupate dalle truppe del Reich, che persegue il chiaro obiettivo di diventare un uomo.

Questo significa, innanzitutto, smetterla con quel vergognoso affare che è l’eiaculatio praecox, e conquistare, per davvero, la giovane e bella capotreno Masha.

Come una sorta di Charlot boemo, diventa adulto tra i propri insuccessi amorosi e gli scintillanti successi del capo-manovra Hubicka (che finisce sotto inchiesta per aver timbrato le chiappe della collega telegrafista), tra il ricordo del nonno, che voleva fermare i tank con l'ipnosi, e quella bomba (quella "cosina") che lui, Milosh, deve infilare nel treno dei nazisti.

L’adattamento teatrale del romanzo di Hrabal rappresenta una vera e propria sfida, poiché la sua prosa di straordinario impatto immaginifico e profondamente visiva, rende ardita la sua trasformazione in flusso di immagini.

“Rispetto al romanzo e alla trasposizione cinematografica – spiega Massimiliano Rossi – ho cercato di non perdere, ma amplificare, quell’erotismo giocoso e anarchico che caratterizza lo scritto originale. Eros e Thanatos, afferma Freud, sono in lotta continua e l’evoluzione civile è un costante impegno volto a impedire alla seconda di mandare in rovina la società, che nasce dalla tendenza aggregativa della prima”.

Imperniare, così, tutto il racconto sul contrasto tra l’istinto alla vita e l’istinto alla morte sembra dare un senso psicologico alla follia distruttiva nei decenni, dalla prima alla seconda guerra mondiale.

Tutti i personaggi del testo rappresentano queste pulsioni primarie: vita, morte, principio di realtà. È con l’interazione di queste due forze contrapposte, Eros e Thanatos, che si producono i cambiamenti nella vita umana, due principi dinamici della psiche umana.

Leggi tutto...

Big G annuncia che i contenuti commerciali su Chrome saranno filtrati con maggiore cura

Un nuovo adblocker farà la sua comparsa sul browser di Goole , Chrome, per evitarci musiche di sottofondo oppure pop up non richiesti e annunci che coprono i contenuti.

Google annuncia che aderisce quindi agli standard della Coalition for Better Ads, consorzio che include la stessa Google, oltre a Facebook, News Corp e Unilever. 

Il nuovo rapporto Esperienza con gli annunci aiuta i publisher a capire in che modo gli standard Better Ads si applicano ai propri siti web. Fornisce screenshot e video di esperienze pubblicitarie fastidiose che abbiamo identificato per facilitare la ricerca e la risoluzione dei problemi. 

Per un elenco completo di annunci da utilizzare, i publisher possono visitare la nuova guida alle best practice (vedi link sul sito web master tools)

Leggi tutto...

Vulnerabilità Spectre e Meltdown – il consiglio degli esperti di ESET

Spectre e Meltdown sono due vulnerabilità dei moderni processori causate da tecniche di ottimizzazione originariamente pensate per aumentarne le performance. Queste tecniche consentono ai processori di gestire meglio la velocità di esecuzione delle operazioni, occupando i tempi di inattività per preparare ulteriori risultati che potrebbero poi tornare utili in seguito. Se questi risultati vengono utilizzati il processore ha risparmiato tempo, se invece non vengono utilizzati possono essere scartati. Tuttavia i ricercatori hanno dimostrato che vi sono casi in cui questi risultati non vengono scartati adeguatamente, e un hacker sarebbe in grado di accedere a dati in teoria inaccessibili.

Come affermato dagli autori dei documenti che descrivono le vulnerabilità, ci sono modi teorici in cui gli antivirus potrebbero rilevare il problema. Tuttavia, l'individuazione avrebbe un impatto estremamente negativo sulle prestazioni del dispositivo e influenzerebbe in modo significativo l'esperienza dell'utente, risultando un approccio meno efficace della prevenzione. Gli esperti di ESET raccomandano pertanto di tenere traccia di tutte le patch relative ai loro sistemi e di applicarle il prima possibile.

Leggi tutto...

Malattie genetiche: medici e professionisti a confronto al San Donato

Un convegno per discutere di malattie genetiche e per approfondire le nuove frontiere terapeutiche. L'iniziativa è in programma dalle 9.00 di sabato 13 gennaio presso l'auditorium dell'ospedale San Donato e nasce dall'impegno dell'associazione culturale La Fortezza di Arezzo che, con il sostegno della Fondazione Graziella-Angelo Gori Onlus, ha voluto proporre un momento di incontro aperto all'intera cittadinanza per portare un contributo alla ricerca e allo sviluppo in campo sanitario. "Malattie genetiche rare. Rare… ma non per pochi" è il titolo dell'appuntamento che riunirà medici, professionisti, associazioni e istituzioni su una tematica che interessa migliaia di famiglie aretine e italiane. Tra i relatori, grandi attese ricadono sul professor Santi Tofani che presenterà i positivi frutti di oltre vent'anni di lavoro orientati ad utilizzare la fisica quantistica per affrontare i tumori e le malattie a componente genetica in modo efficiente e senza gli effetti tossici di molti farmaci.

Dopo i saluti istituzionali di Pasquale Livi de La Fortezza, del direttore della Asl Toscana Sud-Est Enrico Desideri e del presidente dell'Ordine dei Medici di Arezzo Lorenzo Droandi, i primi interventi saranno del dottor Marco Martini (direttore della pediatria di Arezzo), del dottor Paolo Prontera (della neonatologia e diagnosi prenatale di Perugia) e del dottor Youssef Hayek (della neuropsichiatria infantile senese). Questi medici affronteranno il tema dell'importanza della diagnosi per l'assistenza e la cura delle malattie rare, focalizzandosi anche sui casi di Arezzo o su particolari patologie. Le conclusioni saranno invece a cura della senatrice Donella Mattesini e della vicepresidente del consiglio regionale Lucia De Robertis.

Tra i relatori, grandi attese ricadono sul professor Santi Tofani che parlerà di "Ricerche di frontiera in genetica medica: risultati e prospettive" e che presenterà i positivi frutti di oltre vent’anni di lavoro orientati ad utilizzare la fisica quantistica per affrontare i tumori e le malattie a componente genetica in modo efficiente e senza gli effetti tossici di molti farmaci. Nato ad Arezzo, questo fisico-medico ha dedicato la sua vita al bioelettromagnetismo, cioè ai benefici che i campi elettromagnetici possono portare alle cellule e alla salute del corpo. Alla base del lavoro di Tofani c'è l’idea di applicare la fisica quantistica ai processi biologici attraverso la nuova disciplina della “biologia atomica”, considerata l’evoluzione della biologia molecolare che è attualmente alla base della ricerca farmacologica. Questo nuovo filone di ricerca consentirebbe un passo in avanti nel migliorare le cure delle malattie a componente genetica, cioè quelle malattie legate a mutazioni genetiche. L'utilizzo della fisica può infatti essere di aiuto in alcuni settori medici come la cura dei tumori dove, nonostante investimenti miliardari, ancora stentano ad arrivare risultati rilevanti e completamente soddisfacenti.

Considerando il potenziale ruolo dei radicali liberi dell’ossigeno nella mutazione di alcuni geni collegati allo sviluppo del cancro, Tofani ha intuito che agendo sugli elettroni con i campi magnetici è possibile influenzare in modo selettivo i processi chiave alla base della stabilità genetica ed arginare la malattia, inibendo ad esempio l'avanzare delle metastasi. Questa possibilità è stata mostrata con numerose prove e sperimentazioni in laboratorio fatte in Italia ed in altri Paesi (tra cui ultimamente la Cina), con un lavoro che ha rilevato come sia possibile ottenere effetti antitumorali senza tossicità su ben cinque importanti tumori umani, evitando le controindicazioni dei farmaci. Tale approccio potrebbe essere previsto e attuato anche con le malattie genetiche rare, e in questa direzione, sono in corso incontri e valutazioni tra Tofani e la Mauro Baschirotto Onlus di Vicenza, i cui fondatori, Anna e Giuseppe Baschirotto, saranno presenti al convegno del San Donato. «Questi risultati - spiega Tofani, - sono così importanti da far sperare in un futuro migliore per la cura di queste tipologie di malattia: conoscere i meccanismi che influenzano le cellule permetterà di dare un’importante svolta all'oncologia e alla genetica».

Leggi tutto...

DJ ANICETO CAMPAGNA ANTIDROGA shock SUI SOCIAL

Un viso diviso in due, da una parte tumefatto e scarnificato dalle peggiori droghe, dall'altra sanissimo, gioioso e sorridente, in mezzo l'invito a scegliere da che parte stare.

A metterci la "faccia" il Dj Aniceto, il dj antidroga per eccellenza che con il messaggio SCEGLI SEMPRE IL TUO LATO MIGLIORE lancia la sua nuovissima campagna digitale contro tutte le dipendenze sui social più in voga del momento.

Dj Aniceto, uno dei dj piu impegnati nel sociale, già membro della Consulta per le politiche antidroga e guru dei sani valori nei programmi tv di Piero Chiambretti, ha lanciato la campagna su Facebook, Twitter e Instagram attraverso i suoi seguitissimi profili invitando i suoi seguaci ad unirsi al suo grido di battaglia con slogan che il dj pubblicherà a sua volta sui suoi profili digitali.

"Occorre più informazione sul male che fa la droga; la droga è sempre presente purtroppo nella realtà e dispiace che lo Stato in questo momento sia impegnato in altre emergenze e priorità. Mi piacerebbe che nelle scuole si dedicasse almeno un'ora a settimana ai pericoli delle dipendenze, e spero che con la reintroduzione dell'educazione civica si faccia al più presto qualcosa in questo senso" - Afferma Aniceto - "Ho voluto lanciare questa iniziativa perché sono sicuro che anche leggere una frase, può contribuire a salvare vite umane. Non è vero che tutti i giovani su internet sono degli haters o dei bulli, molti dimostrano una grande sensibilità e solidarietà. On line non esiste per fortuna 'il branco'! E vista anche la loro risposta massiccia nelle mie serate, sono veramente contento che siano portavoce a loro volta di questo mio messaggio." - continua Aniceto - "E' molto bello quando si motiva un giovane ad essere veramente se stesso, senza artifizi o altre diavolerie ma usando solo il cuore, anche per leggere e commentare semplicemente una frase. La vita è solo nostra e non dobbiamo consentire di farcela rovinare. Se anche solo un giovane seguendo questi slogan si allontanerà dai paradisi artificiali può considerarsi già un successo. Tutti dobbiamo lottare con ogni mezzo, affinché una persona non si avvicini proprio alla droga e all'alcool, diffondendo il rispetto per il proprio corpo, l'amore per la famiglia e i sani valori, ed iniziando come ho già detto dalle scuole, e come nel mio caso, da internet e dalle discoteche, 'gli unici centri di aggregazione giovanili'. Ma bisogna fare presto. Dopo, non serve essere duri quando ci sono di mezzo i morti"

Crediti campagna Dj Aniceto: Trucco Francesca Sersante, Foto Paola Galano, Comunicazione Digitale Mario Guarini per Kayenna

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS